Giunge quest’anno alla sua decima edizione il D2T Start Cup, il premio che accompagna gli aspiranti startupper nella fase di pre-incubazione, ovvero nel delicato stadio iniziale che va dallo sviluppo di un’idea imprenditoriale alla sua concretizzazione. Il concorso, promosso da Trentino Sviluppo in collaborazione con HIT-Hub Innovazione Trentino, è aperto a team composti da almeno due partecipanti senza limiti d’età, che presentino un progetto imprenditoriale nell’ambito del green, della meccatronica o dell’ICT.

Vedi il video

La startup Windcity, specializzata in mini-turbine eoliche super-efficienti, si è aggiudicata a Bruxelles il primo posto in assoluto tra migliaia di startup di 28 paesi, confermando la capacità di attrazione di talenti di Trentino Sviluppo e la grande innovatività delle start-up green insediate. 
Il premio Startup Europe Award, realizzato dal Parlamento Europeo e la Commissione Europea, in collaborazione con Finnova Foundation, ha l’obiettivo di individuare le imprese più promettenti su cui investire del panorama europeo.

Due nuove startup si accingono a trasformare la propria idea imprenditoriale in realtà all’interno degli incubatori tematici di Trentino Sviluppo: sono la milanese YAPE e la trentina CarboREM, vincitrici di uno dei 35 percorsi di affiancamento aziendale presso i poli tecnologici italiani messi in palio durante la settima edizione del Premio Gaetano Marzotto, volto a sostenere una generazione di neoimprenditori che sappia far convivere innovazione, cultura, territorio e società.

Le migliori startup trentine possono contare su dei veri e propri “angeli del business”: oltre 30 investitori finanziari ed industriali pronti a fornire loro capitali e know-how per trasformare le loro idee innovative in progetti imprenditoriali di successo. È stato fondato infatti il Club trentino degli investitori, strumento che si inserisce nell’alveo del programma europeo Interreg V-A per la cooperazione transfrontaliera tra Italia e Austria.

C'è tempo fino al 30 novembre per iscriversi al concorso transfrontaliero per progetti di ricerca scientifica e tecnologica sviluppati dagli studenti delle scuole del Trentino, dell'Alto Adige, del Tirolo e dei Grigioni svizzeri. 

“Oggi non si fa ricerca e sviluppo rimanendo chiusi dentro le aziende. Chi lo pensa è fuori dal mercato e viene superato da brand sconosciuti che entrando a gamba tesa nel mercato hanno già rivoluzionato settori come il turismo, la mobilità, le comunicazioni”. Così Marco Gay, vicepresidente esecutivo di Digital Magics, ha sottolineato il valore di un’innovazione aperta (“open innovation”) ed in stretta connessione con il valore e la tradizione manifatturiera italiana.

Monitorare i  parametri ambientali e rilevare i campi elettromagnetici dannosi o le emissioni di gas nocivi come COV (composti organici volatili) o CO (monossido di carbonio), che possono causare malattie respiratorie e degenerative e aumentare l'incidenza di certi tipi di cancro: è questo l'obiettivo di WAVE e AIR, gli innovativi sensori ideati dalla nostra insediata UpSens. 

Progetto Manifattura è un hub strategico per il Trentino e l’intero territorio italiano e la Provincia di Trento si è mossa con tempestività, rigorosità e correttezza nell’attuazione del programma. Pertanto lo stanziamento di 48 milioni di euro del Fondo Sviluppo e Coesione per la costruzione dei nuovi moduli produttivi sull’area di 5 ettari del cosiddetto “ambito B” è confermato e rimane a tutti gli effetti usufruibile pur a fronte di uno slittamento dei tempi operativi di avvio dell’opera.

Dagli architetti Paola Moschini e Michele Paleari del Macro Design Studio di Rovereto arriva un’innovativa guida alla scelta consapevole di prodotti sostenibili, pensata per designer e costruttori.

“L’edilizia ha un impatto di grande rilevanza sull’ambiente e sullo sviluppo sostenibile – spiegano gli autori – per questo è necessario fornire a coloro che operano in questo settore idonei strumenti per valutare l’effettiva sostenibilità dei prodotti che vengono loro proposti”.

C'è tempo fino al 12 ottobre per iscriversi alla nona edizione del Premio Ambiente Euregio, bandito dall'omonima istituzione e volto a incentivare l'innovazione e la sostenibilità ambientale. 

Possono partecipare privati e persone giuridiche (enti locali, associazioni, scuole e imprese) residenti o aventi la propria sede legale nelle province di Trento e Bolzano o nel Land Tirolo. 

Il Premio è suddiviso in due categorie:

1. Progetti ed idee, intesi come proposte di miglioramento e interventi avvenuti nel biennio 2016-2017;

Condividi contenuti