Windcity

Il vento è una risorsa naturale complessa: i più recenti risultati di meteorologia dimostrano che più ci avviciniamo al cuore di utilizzazione dell’energia, ovvero i centri abitati, più l’ipotesi di vento costante – con cui è concepita l’architettura di tutte le turbine eoliche – diventa inapplicabile: irregolarità e turbolenza modificano il vento di riferimento perfino ogni 2-3 minuti. Il risultato è che l’intero mercato del mini-eolico, che ha nei contesti urbani il suo naturale ambiente di installazione, vive oggi un momento critico e fondamentale del suo sviluppo.

Gli importanti trend di vendite del mini-eolico (1000 MW di capacità installata con +15% di annual increase), l’ottimo costo di fornitura dell’energia eolica on-shore rispetto al mix fossile, ed il contesto delle policies internazionali (e.g. Nearly-Zero Energy Buildings EU Directive) che favorisce l'eolico di piccola taglia grazie alle sue proprietà di integrazione nell'ambiente, sono messi in discussione dalle performance mediocri delle mini-turbine installate vicino alle città, dove si sono scontrate con il vento variabile, così diverso da quello per cui sono progettate tradizionalmente.

Windcity è una start-up che ha brevettato un innovativo concetto di conversione eolica ad asse verticale, per rendere possibile la produzione in tutti i venti variabili. “Geometria variabile per vento variabile” è la visione che cha portato allo sviluppo di una meccanica semplice, economica, e disruptive che consente incrementi di produzione fino al 60% in più rispetto alle macchine tradizionali.

Sostenibilità: nessun apporto di energia è richiesto all’esterno dalla nuova meccanica della nostra turbina, che rimane economica, commerciabile al prezzo minimo della tecnologia esistente, ed integrabile nelle smart-grids di ogni città, dalle metropoli che trainano l’economia mondiale fino alle isole, ed alle aree urbane in via di sviluppo, dove energia rinnovabile disponibile a basso costo significa empowerment socio-economico.

E scalabilità: la tecnologia oggi testata a 1300 W è riproducibile su macchine fino a 100 kW. Nessuno dei competitor su scala internazionale possiede una turbina con le caratteristiche integrate di Windcity, mentre Det Norske Veritas-Germanischer Lloyd riconosce che l’innovazione in campo eolico passa oggi per la geometria variabile: il mercato apre l’interesse ai venti variabili, e Windcity si pone come first-mover.

Vedi l'intervista a Tommaso Morbiato, vincitore del Premio Gaetano Marzotto. 2015.

Settore attività: 
Energia rinnovabile: eolico
Telefono: 
+39 340 5826531
E-mail: 
tmorbiato@windcity.it